QUANDO L’OPEN SPACE DIVENTA CASA: DECORARE SPAZI APERTI

Oggi le risposte dell’interior si focalizzano sugli open space e su spazi a pianta libera. Una mia ex cliente, non che oggi cara amica, ha appena acquistato un loft di derivazione industriale. Lo spazio è ampio, su un unico piano e senza troppe pareti e chiusure ed il problema, a detta sua, è che lo spazio sembra sempre troppo freddo e asettico. Mi ha chiesto dunque consigli pratici e veloci, per rendere questo suo nuovo acquisto una vera e propria casa.

Chiariamoci, io amo follemente gli spazi ampi e a pianta libera, l’errore che però tutti commettono è quello di arredarli con uno stile minimalista, rendendoli ancor più asettici di quello che già in partenza sono. La scelta da fare, a mio personale parere, è quella di sovrabbondare con la decorazione, rendendo ogni angolo magico, intimo e ricco di calore. Negli open space oggi si possono fare mille e più attività, sono spazi polivalenti ed eclettici, anche in ambito domestico. Ecco i miei trucchi per farli sembrare una vera e propria casa.

1. LAVORARE PER AREE E PUNTI DI SNODO

Non sto certo dicendo di alzare muri e barriere fisiche, non avrebbe senso l’acquisto di uno spazio simile. Quello che vi suggerisco, invece, è di utilizzare arredi e materiali, luci e colori, per differenziare le zone, come se fossero delle isole. Create dei confini con mobili, piante, tavoli e consolle. In questo modo lo spazio continuerà a sembrare un open space, ma con l’intimità degli angoli domestici.

2. TEMATICHE IN COMUNE

Certamente esistono zone che tra loro hanno caratteri differenti: provate a pensare solo alla differenza tra cucina e salotto. Quello che io suggerisco è di trovare un filo conduttore nella distinzione di questi elementi: ragionate su una palette cromatica continua, oppure sulla ripetizione di una texture, o sull’uso di un materiale specifico che caratterizza lo spazio e crea continuità.

3. MIXATE

Gli open space per ottenere questa conformazione hanno comunque subito delle modifiche, non nascono così, tendenzialmente si fanno interventi per modificare lo spazio e cambiarlo in chiave moderna. Mixate quindi arredi e pezzi vintage con elementi, materiali e colori o pattern moderni, aggiungete piante e fiori, che garantiscono movimento, freschezza e dinamicità cromatica all’ambiente.

4. PUNTI FOCALI

Inserite elementi che richiamino l’attenzione, attirino e distraggano l’occhio grazie all’uso di punti focali differenti. Questo permetterà di far sembrare lo spazio più vivo e vissuto, e quindi più caldo e accogliente.

Buon divertimento!