DECORARE CON I LIBRI

DECORARE CON I LIBRI

QUANDO LA LETTURA DIVENTA UN ELEMENTO DI ARREDO

Io amo i libri ed amo leggere. Compro talmente tanti libri che spesso non ho spazio dove metterli. Ragionavo proprio l’altra sera su questo argomento, e pensavo a soluzioni intelligenti per contenere ed esporre tutti i miei libri in casa. L’unica soluzione sensata è stata quella di iniziare a decorare con i libri. Uso pile di libri come tavolini, vi poggio sopra lampade, oppure vasi e piante. Vi assicuro che sono un ottimo, versatile, intelligente e meraviglioso elemento di arredo e decoro.

Non sempre la soluzione migliore è quella di riporre tutti i libri su scaffali e librerie. Quindi ecco i miei consigli. Provate!

MIX&MATCH

Non fermatevi solo a librerie e scaffali. E anche in questo caso non sovraccaricateli di libri. Disponeteli invece in differenti modi, alternandoli a cornici, piatti, soprammobili di varia natura. Create dinamismo e movimento.

CAOS ORDINATO

Forse l’ho già detto molte volte, ma la decorazione non è fatta di ordine, schemi rigidi e simmetrie perfette. Create un poco di disordine, lasciate anche le cose al caso e lasciatevi ispirare. Disporre i libri in ordine cromatico o per dimensioni, può risultare noioso. Casa vostra non è una biblioteca, quindi sbizzarritevi un poco. Mettete i libri in posti inusuali, sorprendetevi, giocate e divertitevi.

METTETECI LA COPERTINA

Quando potete disponete libri e riviste in modo che la copertina sia ben visibile, come se fosse un quadro. Darà subito vita allo spazio, facendo sembrare tutto molto più vivo e ricercato e rendendo lo spazio certamente più intrigante.

Questo è tutto, senza però dimenticare un pratico e generico consiglio: prima di tutto la vostra casa dovrà sempre essere un luogo accogliente e in cui starci volentieri, quindi non portate tutta la decorazione ad elementi sterili e noiosi. Siate comunque sempre voi stessi. In secondo luogo ricordate un principio base: gli elementi più alti e verticali vanno dietri, quelli più piccoli, orizzontali e bassi vanno portati avanti. Lo stesso vale per i libri!

Buon divertimento!!!!

COPIA LO STILE: IL LUSSO DEGLI HOTEL

COME RENDERE LA CASA LUSSUOSA COME UN HOTEL

Mi piace viaggiare. Lo faccio spesso, sia per piacere, sia per lavoro. Ho passato le ultime notti in un hotel di lusso e avevo una sola cosa in mente: come è possibile ricreare lo stile di un hotel di lusso nelle case che progetto? La risposta è stata semplice: copia lo stile. Partendo dall’aroma degli olii essenziali e delle candele aromatiche, alle sensazioni che si hanno di stupore e relax. Ecco, nulla è lasciato al caso, ed io ho preso nota di tutto.

E adesso vi svelo cosa ho annotato, imparato e dedotto. Pronti? Via.

L’INGRESSO È IMPORTANTISSIMO

Tutti gli hotel di lusso hanno un ingresso che si rispetti e che li rappresenti, mettendone subito in evidenza lo stile e la personalità. Curate i voastri ingressi allo stesso modo, con grandi specchi, pezzi d’arte, vasi di fiori e la giusta luce, per creare giochi di penombra e la giusta atmosfera. Aggiungete magari anche una poltroncina ed un coffee table, con libri e candele. Immediatamente avrete un’atmosfera di lusso e magnificenza.

TRASFORMATE IL BAGNO IN UNA PICCOLA SPA

Asciugamani bianchi e morbidissimi, luce soffusa, candele profumate sono semplici trucchi per cambiare immediatamente l’atmosfera in questo ambiente. Provare per credere.

SOVRADIMENSIONATE LA LUCE

Con questo non intendo dire che dobbiate accecarvi. Intendo suggerirvi di giocare con le dimensioni dell’oggetto luce: optate per grossi candelabri, luci da tavolo che svettano in altezza, piantane che siano veri e propri pezzi d’arte. Cercateli tutti dimerabili, così da giocare con luce e ombra. Si andrà subito a creare un’atmosfera magica, suadente e rilassante.

OSSESSIONATI CON I DETTAGLI

Sono i dettagli a fare la differenza. Curate i fermatende, oppure le cuciture delle poltroncine o dei cuscini. Optate per materiali preziosi, come la seta e il velluto. Al tatto le diverse consistenze avranno un effetto sorpresa, mentre alla vista le differenti texture e colori genereranno movimento facendo sembrare lo spazio ampio e maestoso.

PAROLA CHIAVE: RELAX

In qualsiasi ristorante di lusso la sala lounge è d’obbligo. Cercate anche voi di creare ambienti dove è possibile fermarsi, conversare, rilassarsi. Aggiungete un paio di potrone nel vostro salotto, o cuscini morbidi e soffici sul divano. Cambiate i tessuti e sovrapponete i tappeti a terra così da dare la sensazione di un luogo accogliente e caldo, dove poter ricaricare le energie.

Questi sono i trucchi che io mi sono portata dietro dal mio viaggio e soggiorno in un hotel di lusso. Li sto provando a casa, che si sta trasformando in un rifugio di relax, lusso e benessere.

Provate anche voi!

 

 

MODE CROMATICHE: COME IGNORARLE

MODE CROMATICHE: COME IGNORARLE

TUTTE LE RAGIONI PER UTILIZZARE IL COLORE, MA SENZA SEGUIRE LE MODE

Buon mercoledì a tutti. Saltando da un progetto di relooking ad uno di decoro, ho ritagliato un poco di spazio per scrivere questo post di vitale importanza. Sappiamo bene che sono una grande sostenitrice dell’uso del colore nella decorazione d’interni. MA ciò su cui voglio mettervi in guardia sono le mode cromatiche.

Ogni anno sentiamo parlare del colore dell’anno. Una volta rose Quartz, una volta greenery, ora ultraviolet. Non fraintendetemi, sono a dir poco meravigliosi, tutti. Ma io vi sconsiglio vivamente e caldamente (per favore non fatelo) di utilizzarli per ridipingere le vostre case. Insomma, vi immaginate ogni anno a dover ridipingere casa secondo toni e sfumature che rispettino la moda del momento?

Oltre che catastrofico, è anche dispendioso a livello di energie, sia fisiche che economiche. Significa ogni anno riarredare casa, comprare tessuti, oggetti, complementi, luci, finiture e materiali che ben si adattino al colore del momento. Folle, non trovate?

Non vi dico quindi di non utilizzare il colore, una casa completamente monocromatica (bianca e beige, vi conosco) risulterebbe piatta, monotona e noiosa. Vi suggerisco invece di scegliere una palette che amate, che vi rappresenti e che vi fa stare bene. La casa è un rifugio, un angolo di quiete, non il backstage della prossima sfilata. Vi dovete sentire al riparo, distesi, rilassati.

Certo, la decorazione è un sistema in continua evoluzione, ogni giorno cambia e le vostre case evolvono con voi: con il passare del tempo aggiungerete e toglierete oggetti, creerete nuovi layer con tessuti, tappeti, materiali. Modificherete la disposizione degli oggetti nello spazio. Aggiungerete anche oggetti che riflettono la moda del momento, perchè no, se vi piacciono e se non spezzano l’armonia che tutti cerchiamo di avere fra le mura domestiche. MA la base resta sempre la stessa. Forte e solida. Strutturata.

Perchè la base che date ai vostri spazi vi rappresenta. E voi non cambiate, con il cambiare dei Trend e delle mode, giusto?

 

OROSCOPO DEL DESIGN: BILANCIA, SAGITTARIO E SCORPIONE.

OROSCOPO DEL DESIGN: BILANCIA, SAGITTARIO E SCORPIONE.

GLI STILI DI ARREDAMENTO E DESIGN PER OGNI SEGNO ZODIACALE

Questa settimana l’oroscopo del design è dedicato ai segni della Bilancia, del Saggittario e dello Scorpione. Se appartenete a uno di questi tre segni, correte subito a verificare se le vostre case vi rispecchiano.

BILANCIA

Segno naturalmente incline alla bellezza, ma anche all’ordine e all’equilibrio. La casa dei nati in Bilancia rispecchia ovviamente questi tratti caratteristici, con accostamenti calibrati, piccoli accenti e dettagli di lusso ed armonia, ed un’atmosfera generale ariosa, in cui poter accogliere e mostrare. Stesso peso e stessa misura dunque per gli spazi, caratterizzati da spiccate simmetrie, ma di un’eleganza vistosa data da pezzi d’arte ed oggetti di lusso, in uno stile classico-contemporaneo che ben le si addice. Difficilmente la casa della Bilancia sarà caratterizzata da disordine e caos, ma saranno invece predominanti pochi oggetti, scelti con cura e disposti con meticolosa accuratezza. LA casa della Bilancia è una casa fatta anche per accogliere con la stessa cura con cui la vive: spazi meticolosi, curati ed esteticamente bilanciati saranno quindi ricavati per accogliere gli affetti più preziosi e vicini.

SAGGITTARIO

Esuberante, controcorrente ed impulsivo, il Sagittario arreda la casa a sua immagine e somiglianza: esteta per natura abbonda di decoro e di accostamenti irriverenti e mai scontati, ma sempre perfettamente in armonia tra loro. Ben lontano dallo stile minimalista, la casa del sagittario è una casa ricca e ricercata, quasi come una composizione scenica colma di quinte e siparietti in cui mettere in mostra oggetti provenienti da culture lontane e di un certo lusso e ricercatezza. Amante del mix&match, senza mai eccedere nel cattivo gusto, si concede pezzi costosi e di lusso che ben denotano il suo carattere attento ai dettagli e alla ricercatezza, ma mettono in mostra anche tutta la sua esuberanza ed il suo coraggio nell’osare.

SCORPIONE

I nati sotto questo segno trasudano determinazione ed amano metterlo in mostra. La casa dello scorpione risulta quindi ben lontana dalle mode e dai Trend del momento, e mostra invece una sensibilità ed una raffinata ricerca verso un gusto mai scontato: caratterizzata da spazi ampi e scenografici, la dimora è a pianta libera ed adatta ad accogliere e lasciar evolvere i naturali impulsi di trasformazione. Nulla è definitivo e statico, mai stabile nello stesso posto. Le linee curve e morbide lasciano invece spazio a ad apici, diagonali e tratti decisi, rotti da sculture e opere d’arte, o da un tocco improvvisato di rock’n’roll a mettere in risalto passioni e la loro unicità. Gli spazi sono quindi netti, liberi da orpelli, con mobili puliti ed ampie librerie adorne di libri che ben mettono in risalto la loro cultura e la loro curiosità. Per quanto amanti degli open space, i nati sotto il segno dello scorpione hanno sempre bisogno di un angolo di privacy dove ricaricare le pile e ritrovare le energie, in uno spazio che resta comunque, e sempre, caratterizzato da un valore estetico senza tempo e non soggetto a mode temporanee.

PICCOLI TRUCCHI D’ARREDO PER DECORATORI PIGRI

PICCOLI TRUCCHI D’ARREDO PER DECORATORI PIGRI

QUANDO IL DECORO SI FA SEMPLICE MA CAMBIA LO SPAZIO IN MODO EVIDENTE

Sono sempre stata ossessionata dai dettagli. Per quanto io ami i grandi progetti, mi accorgo ogni istante di più che sono davvero i dettagli a fare la differenza. Voglio condividere con voi i trucchi d’arredo che, a mio giudizio, cambiano letteralmente lo spazio.

Sono trucchi d’arredo facili e veloci, ognuno di voi li può mettere in pratica. Anche i decoratori più pigri. E io voglio condividerli con voi. Prendete carta e penna e cominciamo.

1. GIOCO DI DIMENSIONI

Sfogliando riviste e giornali d’arredo vi imbatterete in moltissime immagini di ambienti meravigliosi e sorprendenti. Il trucco è semplice e si vede anche! Non fossilizzatevi con la monotonia, e non abbiate paura di andare fuori dagli schemi geometrici: giocate con le scale e le dimensioni degli oggetti. Aggiungete un grosso specchio alla parete, oppure un enorme vaso in un angolo vuoto, poggiate una pianta che avevate a terra su una consolle o utilizzate una grossa cornice (enorme) per un piccolo quadro ed accostatela a una seduta da lettura. L’effetto “wow” è assicurato.

2. CREATE UNA PERSONALE GALLERIA D’ARTE

Valorizzate le pareti, date loro un tono e una risonanza all’interno dello spazio. Cercate opere, locandine e foto che più vi rappresentano e che più amate e create una vostra personale galleria d’arte. Utilizzate cornici di diverse dimensioni, spessori e materiali per dare ancor più risalto alla composizione.

3. LA VOSTRA CASA E’ UN NEGOZIO

Non necessariamente vanno spesi soldi e acquistate cose nuove. Utilizzando un poco di fantasia e di inventiva, ciò che avete in casa piò essere riposizionato, riutilizzato e reinventato in chiave originale ed insolita: spostate ad esempio il ti amo do il tavolo in un’altra posizione, prendete la vecchia poltrona della nonna e mettetela in cucina ( lo so sembra folle) per darle nuova vita. Date una sferzata d’aria fresca ai vostri spazi.

4. DECORATE CON LE PIANTE

Lo so, sono quasi ossessiva, ma date retta a me: nulla cambia lo spazio come piante e fiori che mutano continuamente a seconda della stagione. Non smetterò mai di dirvelo. Prendete piante da vaso, fiori recisi, fiori secchi. Valutate vasi sospesi con piante che vanno a cascata verso il pavimento. Insomma, tutto è concesso. Se in una stanza non ci sono pinte, ve l’assicuro, vi state perdendo qualcosa.

5. TAVOLINI DA CAFFE’, CHE PASSIONE

Il sistema è semplice, veloce e poco dispendioso. Utilizzate i tavolini che avete, prendete libri, vasi, svuota tasche e vecchi oggetti vintage ( io sui miei tavolini di casa ho alternato libri d’arte e vecchie polaroid) e mescolate il tutto come più vi aggrada. Accostate oggetti orizzontali con qualcosa di alto e verticale che dia movimento. Et voilà. Il gioco è fatto!

6. ANGOLI VUOTI, GIAMMAI.

Gli angoli sembrano sempre difficili. Sembrano, ma non lo sono. In casa mia non ci sono angoli vuoti, ne ho il terrore. Utilizzate una pila di libri, un vaso, una lampada, un coffee table o una poltroncina. Un set di piante. Insomma, non lasciate mai vuoti gli angoli. Sono tristi e rompono il dinamismo della casa.

STILE E DESIGN: QUALE È IL TUO STILE, E COME TROVARLO

STILE E DESIGN: QUALE È IL TUO STILE, E COME TROVARLO

SPUNTI DI RIFLESSIONE PER COMPRENDERE QUALE SIA LO STILE D’ARREDO ADATTO A TE

Sapere cosa vi piace (e cosa non vi piace) è il primo passo per creare una casa dove potete stare bene. Invece che partire subito concentrandovi sui nomi ufficiali dei vari stili ,  spesso può essere utile soffermarvi a individuare ciò che vi piace e vi attrae veramente. Raccogliete le idee su cosa amate e cosa vi fa stare bene, poi muovetevi verso la ricerca di stile e design , e quindi anche di nomi e marche, adatti a voi.

1. Pensate a qualcosa che non vi stanchi
Fatevi questa domanda:  Quali sono le passioni, gli oggetti e i colori, le forme e le geometrie che vi portate dietro da sempre?

2. Che atmosfera volete creare?
Pensare a come volete sentirvi a casa vostra è un ottimo modo per ribaltare la questione dello stile. Cercate di immaginare che tipo di atmosfera vi piacerebbe creare, e poi ragionate cercando di individuare che genere di mobili, quali colori o che tipo di tessuti usereste per realizzare la vostra idea.

Fatevi questa domanda: come desiderate sentirvi quando varcate la soglia di casa alla fine di una lunga giornata?

3. Scattate una foto ai vostri oggetti prediletti
Se al momento state cercando di mettere a punto l’arredamento, forse c’è qualcosa in casa di cui non siete proprio convinti. In compenso, probabilmente, ci sono alcuni oggetti a cui siete particolarmente affezionati. Andate in giro per casa e scattate una foto ai vostri pezzi preferiti. Guardando, poi, l’insieme delle foto, provate a individuare il filo rosso che le unisce e che vi attrae.

Fatevi questa domanda: che parole usereste per descrivere gli oggetti della vostra casa che amate? Cosa hanno in comune?

4. Fate una lista delle cose che vi piacerebbero, senza tenere conto del loro prezzo 
Abbandonatevi a un’immaginaria frenesia da shopping e stilate un elenco di tutti quegli oggetti (siate il più precisi possibile) che vi piacerebbe comprare per la vostra casa, se il denaro non avesse valore. A volte questo tipo di esercizio aiuta a ragionare fuori dagli schemi. Anche se non finirete mai con l’acquistare niente della vostra lista dei sogni, dovreste esservi chiariti un po’ le idee su quello che amate veramente.

Fatevi questa domanda: come descrivereste gli oggetti della vostra lista dei sogni? Nel caso si tratti di oggetti creati da un certo designer o in vendita in un certo negozio, come descrivereste lo stile per il quale questo designer/negozio è conosciuto?

5. Guardate fuori!
Se amate il giardinaggio o comunque vi piace stare all’aperto, nel cercare lo stile a voi più affine potreste partire dagli esterni. Osservate il vostro giardino, i parchi pubblici, i negozi del quartiere e, naturalmente, l’erba del vicino…

Fatevi questa domanda: che cosa amate di più di questi spazi all’aperto? Come descrivereste lo stile del vostro giardino preferito o dello spazio esterno che più vi piace?

6. Date un’occhiata al guardaroba
Pensate allo stile come a un fil rouge che ha attraversato tutta la vostra vita. Magari il nostro stile è più accentuato in una particolare area della nostra vita, ma tutte le cose che facciamo sono collegate tra loro. Per individuare ciò che vi piace per la vostra casa potete riflettere sul tipo di vestiti che indossate: la scelta dell’abbigliamento può sicuramente essere messa in relazione con quella dell’arredamento.

Fatevi questa domanda: che cosa vi piace indossare? Come descrivereste il vostro stile personale? Chi sono le vostre tre icone di stile?

7. Qual è il vostro viaggio dei sogni?
Prendetevi un momento per fare una lista dei luoghi dove siete stati e avete amato e un elenco delle destinazioni dove vi piacerebbe andare un giorno.

Fatevi questa domanda: preferireste volare alla volta di una spiaggia con venticello e casetta sul mare o accomodarvi in un hotel parigino? Se dovete pensare a un luogo particolare da visitare, andreste in una grande città o, piuttosto, in un affascinante villaggio di campagna?

8. Concentratevi anche su quello che non vi piace
A volte dare un nome a ciò che non amiamo può servirci a rompere il ghiaccio e sgombrare la mente per poterci focalizzare su ciò che, viceversa, ci attrae.

Fatevi questa domanda: che tipo di spazio non vi attira? Poi, viceversa, descrivete il tipo di ambiente opposto.

INGRESSI E DESIGN

INGRESSI E DESIGN

La prima impressione è quella che conta

Ah gli ingressi dell case, questi sconosciuti! Spazi che spesso possono sembrare trascurabili o comunque non degni di grande attenzione, al contrario sono soggetto di forte attenzione sia da parte mia sia da parte di moltissimi architetti e designer. E vi assicuro che, dopo aver letto questo post, anche voi non potrete più fare a meno di associare ingressi e design.

La prima impressione, si sa, è quella che conta. Sempre, anche quando si parla di case, appartamenti, luoghi. Entrare in un ingresso curato, carico di dettagli, farà sentire i vostri ospiti accolti. Se poi seguirete questi magici trucchi, probabilmente vi sembrerà di entrare in un luogo magico.

EFFETTO WOW. Cercate di aggiungere qualcosa di inaspettato ed evitate le simmetrie, risultano sempre scontate e noiose. Mixate elementi, oggetti, complementi e arte, ed i vostri ingressi appariranno sempre più chic e sofisticati.

SOVRADIMENSIONATE GLI SPECCHI anche se avete un piccolo ingresso. Trasformano immediatamente un noioso muro in qualcosa di assolutamente glamour e incredibile, inoltre, faranno sembrare lo spazio più ampio, creando giochi prospettici e di proiezione della luce totalmente nuovi rispetto agli schemi.

DATE CARATTERE CON LUCERNARI E CANDELIERI , che daranno immediatamente carattere ad ogni singolo spazio. Se poi optate per qualcosa di sovradimensionato, immediatamente lo spazio sembrerà più alto, per illusione ottica.

PATTERN, E COLORI. Aggiungete colore per dare enfasi e teatralità allo spazio, ma soprattutto mixate colore e pattern per dare ritmo e stile. Optate per un tappeto a terra, ad esempio, che sicuramente ridisegnerà lo spazio. Arte alle pareti, piastrelle carta da parati sono un valido aiuto per aggiungere pattern differenti e dare allo spazio una maggiore carattere senza intaccare enormemente il budget. Esagerate un poco più del normale, osate e abbiate coraggio di rendere questo spazio davvero eccezionale.

VESTITE LO SPAZIO con qualche mobile come ad esempio una meravigliosa poltrona, o un antico scrittoio rivisitato.

Buon design a tutti!

 

OROSCOPO DEL DESIGN: CANCRO LEONE  E VERGINE

OROSCOPO DEL DESIGN: CANCRO LEONE E VERGINE

12 STILI DI ARREDAMENTO E DESIGN PER OGNI SEGNO ZODIACALE.

Se siete del Cancro, del Leone o della vergine questa settimana l’oroscopo del design è tutto per voi.

CANCRO

Per questo segno la casa è un luogo sacro, da trattare con il giusto rispetto ed attenzione, in quanto luogo degli affetti e della stabilità, luogo dove i nati sotto questo segno ritrovano la propria intimità e possono dare libero sfogo  al proprio senso estetico, ma senza troppi esibizionismi. Raramente attratto da mode e tendenze, il Cancro vede la casa come un rifugio sicuro in cui accogliere famiglia ed affetti più cari. La decorazione delle case dei nati sotto questo segno è rarefatta e ben equilibrata tra oggetti d’arte e di stile classico con arte moderna e complementi contemporanei, il cui apice è dato dall’amore particolare verso la storia dell’arte e dalla loro capacità di mescolare oggetti preziosi ma mai troppo vistosi.

LEONE

Il Leone è un segno caloroso e dinamico, così come la sua casa, ambiente dal forte carattere iconico ed in cui sfoggiarne il carattere iconico e forte, socievole e di condivisione. Spazi ampi e accoglienti sono la caratteristica principale delle case del Leone, caratterizzati  da ampi divani e sedute, poltrone disseminate in ogni angolo della stanza e tavolini che diventano centro di aggregazione. La casa del Leone è un ricettacolo di arredi ultramoderni, mixati con complementi fatti a mano appena abbozzati, e grandi tavoli e sedute dai materiali naturali e grezzi, come legni e pellame, che ben denotano carattere e personalità.

 

VERGINE

La casa, per i nati sotto il segno della vergine, è il centro del benessere, dominato da ordine e rigore. Se ogni cosa ha un posto la casa diventerà un luogo più piacevole e riposante. Armadi e cabine, dispense e ripostigli sono quindi organizzati con attenzione puntigliosa e rigorosa, e l’ordine diventa un mezzo per esprimere il potenziale decorativo che caratterizza questo segno: raggruppamenti azzeccati, motivi e moduli ripetuti , oscillazioni tra colori e materiali a contrasto sono orchestrati con un occhio e un gusto decisamente geometrico. La casa della vergine è funzionale e pratica, dominata da tinte desaturate e senza troppi accenti cromatici, in cui il rigore ed il senso intellettuale ed estetico sono il fil rouge conduttore di tutto lo stile.

E voi, vi riconoscete?

Buon design a tutti!

DECORAZIONE D’INTERNI PER I MESI PIÙ FREDDI

DECORAZIONE D’INTERNI PER I MESI PIÙ FREDDI

Personalmente non so voi, ma a me l’inverno non piace. Fa freddo, è umido e tutto così tristemente grigio. Mi correggo, quasi tutto. Perchè in realtà uno dei modi che ho per combattere questo grigissimo inverno è con la decorazione d’interni per i mesi più freddi : la casa diventa improvvisamente accogliente, meravigliosamente calorosa. Un nido in cui rifugiarmi.

Come fare ve lo spiego qui con cinque semplici consigli.

1. ILLUMINAZIONE

La luce artificiale, che sia estate o che sia inverno, deve essere calda. Ma è soprattutto in questi mesi freddi e grigi che dovrete esagerare: comprate fili di lucine a led caldo, quasi giallo, e sfruttateli per decorare alcuni elementi di casa: arrotolate il filo all’interno di un vaso, oppure fatelo passare su una mensola tra le cornici e i soprammobili, o ancora usatele per decorare rami secchi.

2. CANDELE

Scaldano l’ambiente, nel vero senso della parola, e vi regalano atmosfere romantiche in cui rifugiarvi e sognare.

Il mio consiglio è quello di metterle su grandi centrotavola vetrati, o metallici, che lascino trasparire e riflettano la luce.

3. TESSUTI

Questo è il mio punto preferito: abbondate più che potete con tessuti di materiale e natura e texture differente. Sovrapponeteli tra loro abbinandone colori e consistenze, giocando con la fantasia. Coperte, tappeti, drappi non potranno mancare nel modo più assoluto in una casa che si rispetti.

4. FIORI INVERNALI E PIANTE GRASSE

L’inverno non è solo freddo e buio, è anche una stagione piena di suggestioni romantiche. Portale tra le pareti di casa con i fiori della stagione fredda o con creativi accostamenti fatti da pigne, bacche, muschio, noci e nocciole. Non dimenticare di dare ulteriore calore grazie a lanterne e piccole luci.

5. PROFUMI ED ESSENZE

Ultimo consigli ma non per questo meno importante, ricordate sempre di utilizzare essenze e profumi d’ambiente. optate per profumi caldi, come l’arancio, il cedro o la cannella, mescolate con il rosmarino o essenze lignee e calorose che subito vi daranno l’idea di essere entrati in un paradiso (caldissimo) di quiete e relax.

Buon divertimento e buon design!!!

INTERIOR DESIGN TO DO

INTERIOR DESIGN TO DO

suggerimenti e consigli molto veloci per decoratori pigri.

E’ ormai cosa quasi comune apportare piccole modifiche ai propri ambienti domestici senza ricorrere necessariamente a decoratori, architetti o designer; complice è anche l’informazione: le riviste sul design spuntano come funghi, e in televisione spopolano programmi che parlano di arredamento e restyling. Non è sempre detto che tutto ciò che ci venga in mente di fare sia corretto, e non è sempre detto che si trovi sempre la voglia di mettere in pratica idee e spunti che ci arrivano costantemente. Ecco quindi degli “interior design to do” da tenere sempre a mente, nel caso durante una pigra domenica pomeriggio vi venga voglia di fare i decoratori e cambiare lo stile di casa.

GIOCATE CON LE DIMENSIONI: macro-micro. Le mezze misure non piacciono a nessuno, provate a poggiare una grande lampada da tavolo su una pila accatastata di libri, o appendete una grande cornice sopra un piccolo tavolo. Il colpo d’occhio è assicurato, e l’effetto sarà chic e molto scenico.

GALLERY WALL: una parete museo. Appendete cornici (possibilmente di dimensioni differenti) con foto e quadri, accostando grandi frame ad altri più piccoli. Coprite quasi interamente l’intera parete e senza dubbio cambierete l’aspetto di una stanza, dandole un tocco di personalità.

LA CASA? IL VOSTRO MIGLIOR NEGOZIO: non dovrete per forza uscire e passare intere giornate a cercare il complemento d’arredo perfetto o il tappeto più morbido e alla moda. Guardatevi bene attorno, in casa vostra. Magari avete in stanza un set di cuscini che non usate e che stanno perfettamente su quella vecchia poltrona della nonna che tenete con tanto amore in salotto! Un po’ di inventiva, e zero euro spesi!

VERDE VERDE E ANCORA VERDE: aggiungete delle piante e dei fiori, e immediatamente avrete degli ambienti nuovi. Non importa che siano sempreverdi, piante grasse o bouquet di stagione, l’importante è che non siano finti!

MASCHERATE: a terra, sui mobili che hanno fatto il loro ma che ancora non volete buttare, o su divani e poltrone. Usate pellami, tessuti e tappeti, per un tocco charme in più.

STILE E CULTURA SUI COFFEE TABLE: mai, mai e poi mai lasciare un coffee table vuoto. E’ desolante. Disponeteci dei libri e delle riviste patinate, una scacchiera vintage e con dei pezzi sovradimensionati, piccole sculture e soprammobili. Le tazzine del caffè non sono poi così pesanti da tenere in mano!

ANGOLI VUOTI, CHE ORRORE: in casa mia non esistono buchi. Gli angoli vuoti sono desolanti: riempiteli con cesti di vimini, luci, piccoli tavoli con cuscini, pile di libri (accuratamente scelti), o un grande cactus. Sbizzarritevi e seguite il vostro gusto, ma non lasciateli mai vuoti.

Buon design a tutti!