MODE CROMATICHE: COME IGNORARLE

MODE CROMATICHE: COME IGNORARLE

TUTTE LE RAGIONI PER UTILIZZARE IL COLORE, MA SENZA SEGUIRE LE MODE

Buon mercoledì a tutti. Saltando da un progetto di relooking ad uno di decoro, ho ritagliato un poco di spazio per scrivere questo post di vitale importanza. Sappiamo bene che sono una grande sostenitrice dell’uso del colore nella decorazione d’interni. MA ciò su cui voglio mettervi in guardia sono le mode cromatiche.

Ogni anno sentiamo parlare del colore dell’anno. Una volta rose Quartz, una volta greenery, ora ultraviolet. Non fraintendetemi, sono a dir poco meravigliosi, tutti. Ma io vi sconsiglio vivamente e caldamente (per favore non fatelo) di utilizzarli per ridipingere le vostre case. Insomma, vi immaginate ogni anno a dover ridipingere casa secondo toni e sfumature che rispettino la moda del momento?

Oltre che catastrofico, è anche dispendioso a livello di energie, sia fisiche che economiche. Significa ogni anno riarredare casa, comprare tessuti, oggetti, complementi, luci, finiture e materiali che ben si adattino al colore del momento. Folle, non trovate?

Non vi dico quindi di non utilizzare il colore, una casa completamente monocromatica (bianca e beige, vi conosco) risulterebbe piatta, monotona e noiosa. Vi suggerisco invece di scegliere una palette che amate, che vi rappresenti e che vi fa stare bene. La casa è un rifugio, un angolo di quiete, non il backstage della prossima sfilata. Vi dovete sentire al riparo, distesi, rilassati.

Certo, la decorazione è un sistema in continua evoluzione, ogni giorno cambia e le vostre case evolvono con voi: con il passare del tempo aggiungerete e toglierete oggetti, creerete nuovi layer con tessuti, tappeti, materiali. Modificherete la disposizione degli oggetti nello spazio. Aggiungerete anche oggetti che riflettono la moda del momento, perchè no, se vi piacciono e se non spezzano l’armonia che tutti cerchiamo di avere fra le mura domestiche. MA la base resta sempre la stessa. Forte e solida. Strutturata.

Perchè la base che date ai vostri spazi vi rappresenta. E voi non cambiate, con il cambiare dei Trend e delle mode, giusto?

 

PICCOLI TRUCCHI D’ARREDO PER DECORATORI PIGRI

PICCOLI TRUCCHI D’ARREDO PER DECORATORI PIGRI

QUANDO IL DECORO SI FA SEMPLICE MA CAMBIA LO SPAZIO IN MODO EVIDENTE

Sono sempre stata ossessionata dai dettagli. Per quanto io ami i grandi progetti, mi accorgo ogni istante di più che sono davvero i dettagli a fare la differenza. Voglio condividere con voi i trucchi d’arredo che, a mio giudizio, cambiano letteralmente lo spazio.

Sono trucchi d’arredo facili e veloci, ognuno di voi li può mettere in pratica. Anche i decoratori più pigri. E io voglio condividerli con voi. Prendete carta e penna e cominciamo.

1. GIOCO DI DIMENSIONI

Sfogliando riviste e giornali d’arredo vi imbatterete in moltissime immagini di ambienti meravigliosi e sorprendenti. Il trucco è semplice e si vede anche! Non fossilizzatevi con la monotonia, e non abbiate paura di andare fuori dagli schemi geometrici: giocate con le scale e le dimensioni degli oggetti. Aggiungete un grosso specchio alla parete, oppure un enorme vaso in un angolo vuoto, poggiate una pianta che avevate a terra su una consolle o utilizzate una grossa cornice (enorme) per un piccolo quadro ed accostatela a una seduta da lettura. L’effetto “wow” è assicurato.

2. CREATE UNA PERSONALE GALLERIA D’ARTE

Valorizzate le pareti, date loro un tono e una risonanza all’interno dello spazio. Cercate opere, locandine e foto che più vi rappresentano e che più amate e create una vostra personale galleria d’arte. Utilizzate cornici di diverse dimensioni, spessori e materiali per dare ancor più risalto alla composizione.

3. LA VOSTRA CASA E’ UN NEGOZIO

Non necessariamente vanno spesi soldi e acquistate cose nuove. Utilizzando un poco di fantasia e di inventiva, ciò che avete in casa piò essere riposizionato, riutilizzato e reinventato in chiave originale ed insolita: spostate ad esempio il ti amo do il tavolo in un’altra posizione, prendete la vecchia poltrona della nonna e mettetela in cucina ( lo so sembra folle) per darle nuova vita. Date una sferzata d’aria fresca ai vostri spazi.

4. DECORATE CON LE PIANTE

Lo so, sono quasi ossessiva, ma date retta a me: nulla cambia lo spazio come piante e fiori che mutano continuamente a seconda della stagione. Non smetterò mai di dirvelo. Prendete piante da vaso, fiori recisi, fiori secchi. Valutate vasi sospesi con piante che vanno a cascata verso il pavimento. Insomma, tutto è concesso. Se in una stanza non ci sono pinte, ve l’assicuro, vi state perdendo qualcosa.

5. TAVOLINI DA CAFFE’, CHE PASSIONE

Il sistema è semplice, veloce e poco dispendioso. Utilizzate i tavolini che avete, prendete libri, vasi, svuota tasche e vecchi oggetti vintage ( io sui miei tavolini di casa ho alternato libri d’arte e vecchie polaroid) e mescolate il tutto come più vi aggrada. Accostate oggetti orizzontali con qualcosa di alto e verticale che dia movimento. Et voilà. Il gioco è fatto!

6. ANGOLI VUOTI, GIAMMAI.

Gli angoli sembrano sempre difficili. Sembrano, ma non lo sono. In casa mia non ci sono angoli vuoti, ne ho il terrore. Utilizzate una pila di libri, un vaso, una lampada, un coffee table o una poltroncina. Un set di piante. Insomma, non lasciate mai vuoti gli angoli. Sono tristi e rompono il dinamismo della casa.

INGRESSI E DESIGN

INGRESSI E DESIGN

La prima impressione è quella che conta

Ah gli ingressi dell case, questi sconosciuti! Spazi che spesso possono sembrare trascurabili o comunque non degni di grande attenzione, al contrario sono soggetto di forte attenzione sia da parte mia sia da parte di moltissimi architetti e designer. E vi assicuro che, dopo aver letto questo post, anche voi non potrete più fare a meno di associare ingressi e design.

La prima impressione, si sa, è quella che conta. Sempre, anche quando si parla di case, appartamenti, luoghi. Entrare in un ingresso curato, carico di dettagli, farà sentire i vostri ospiti accolti. Se poi seguirete questi magici trucchi, probabilmente vi sembrerà di entrare in un luogo magico.

EFFETTO WOW. Cercate di aggiungere qualcosa di inaspettato ed evitate le simmetrie, risultano sempre scontate e noiose. Mixate elementi, oggetti, complementi e arte, ed i vostri ingressi appariranno sempre più chic e sofisticati.

SOVRADIMENSIONATE GLI SPECCHI anche se avete un piccolo ingresso. Trasformano immediatamente un noioso muro in qualcosa di assolutamente glamour e incredibile, inoltre, faranno sembrare lo spazio più ampio, creando giochi prospettici e di proiezione della luce totalmente nuovi rispetto agli schemi.

DATE CARATTERE CON LUCERNARI E CANDELIERI , che daranno immediatamente carattere ad ogni singolo spazio. Se poi optate per qualcosa di sovradimensionato, immediatamente lo spazio sembrerà più alto, per illusione ottica.

PATTERN, E COLORI. Aggiungete colore per dare enfasi e teatralità allo spazio, ma soprattutto mixate colore e pattern per dare ritmo e stile. Optate per un tappeto a terra, ad esempio, che sicuramente ridisegnerà lo spazio. Arte alle pareti, piastrelle carta da parati sono un valido aiuto per aggiungere pattern differenti e dare allo spazio una maggiore carattere senza intaccare enormemente il budget. Esagerate un poco più del normale, osate e abbiate coraggio di rendere questo spazio davvero eccezionale.

VESTITE LO SPAZIO con qualche mobile come ad esempio una meravigliosa poltrona, o un antico scrittoio rivisitato.

Buon design a tutti!

 

INTERIOR DESIGN TO DO

INTERIOR DESIGN TO DO

suggerimenti e consigli molto veloci per decoratori pigri.

E’ ormai cosa quasi comune apportare piccole modifiche ai propri ambienti domestici senza ricorrere necessariamente a decoratori, architetti o designer; complice è anche l’informazione: le riviste sul design spuntano come funghi, e in televisione spopolano programmi che parlano di arredamento e restyling. Non è sempre detto che tutto ciò che ci venga in mente di fare sia corretto, e non è sempre detto che si trovi sempre la voglia di mettere in pratica idee e spunti che ci arrivano costantemente. Ecco quindi degli “interior design to do” da tenere sempre a mente, nel caso durante una pigra domenica pomeriggio vi venga voglia di fare i decoratori e cambiare lo stile di casa.

GIOCATE CON LE DIMENSIONI: macro-micro. Le mezze misure non piacciono a nessuno, provate a poggiare una grande lampada da tavolo su una pila accatastata di libri, o appendete una grande cornice sopra un piccolo tavolo. Il colpo d’occhio è assicurato, e l’effetto sarà chic e molto scenico.

GALLERY WALL: una parete museo. Appendete cornici (possibilmente di dimensioni differenti) con foto e quadri, accostando grandi frame ad altri più piccoli. Coprite quasi interamente l’intera parete e senza dubbio cambierete l’aspetto di una stanza, dandole un tocco di personalità.

LA CASA? IL VOSTRO MIGLIOR NEGOZIO: non dovrete per forza uscire e passare intere giornate a cercare il complemento d’arredo perfetto o il tappeto più morbido e alla moda. Guardatevi bene attorno, in casa vostra. Magari avete in stanza un set di cuscini che non usate e che stanno perfettamente su quella vecchia poltrona della nonna che tenete con tanto amore in salotto! Un po’ di inventiva, e zero euro spesi!

VERDE VERDE E ANCORA VERDE: aggiungete delle piante e dei fiori, e immediatamente avrete degli ambienti nuovi. Non importa che siano sempreverdi, piante grasse o bouquet di stagione, l’importante è che non siano finti!

MASCHERATE: a terra, sui mobili che hanno fatto il loro ma che ancora non volete buttare, o su divani e poltrone. Usate pellami, tessuti e tappeti, per un tocco charme in più.

STILE E CULTURA SUI COFFEE TABLE: mai, mai e poi mai lasciare un coffee table vuoto. E’ desolante. Disponeteci dei libri e delle riviste patinate, una scacchiera vintage e con dei pezzi sovradimensionati, piccole sculture e soprammobili. Le tazzine del caffè non sono poi così pesanti da tenere in mano!

ANGOLI VUOTI, CHE ORRORE: in casa mia non esistono buchi. Gli angoli vuoti sono desolanti: riempiteli con cesti di vimini, luci, piccoli tavoli con cuscini, pile di libri (accuratamente scelti), o un grande cactus. Sbizzarritevi e seguite il vostro gusto, ma non lasciateli mai vuoti.

Buon design a tutti!

I CINQUE CONSIGLI DI INTERIOR DESIGN PER UNA CASA INTELLIGENTE

I CINQUE CONSIGLI DI INTERIOR DESIGN PER UNA CASA INTELLIGENTE

CONSIGLI DI INTERIOR DESIGN PER AVERE UNA CASA DI LUSSO, MA MOLTO SMART

Lusso e stile spesso, e purtroppo, non vengono associati a praticità, comodità e soluzioni d’arredo intelligenti e pratiche. Oggi, con questo post, voglio proprio sfatare questo mito e regalarvi cinque consigli di interior design per scegliere il mobile giusto, il dettaglio d’arredo perfetto pronto a fare la differenza e rendere la vostra dimora elegantissima, super cool, ma anche pratica e comoda.

NUMERO 1: REINVENTARE LE FUNZIONI

Davvero siete convinti che un tavolo sia solo un tavolo? O che uno sgabello possa servire solamente da seduta? E se tavolo e sgabello fossero la stessa cosa, magari diventando addirittura una consolle? Si può fare, basta pensare a soluzioni con altezza regolabile e piano mobile, da tavolino, possono trasformarsi in consolle o addirittura, scrivania. Giocando con cuscini e tessuti il piano diventa morbido e comodo, diventando così una seduta accogliente. Esistono inoltre soluzioni che addirittura accolgono nei loro spazi sgabelli, ripiani o piccoli tavolini. Si quindi alle idee multifunzioni, minimal e salvaspazio, ma al tempo stesso studiate e ricercate, perfette per soggiorno, ingresso e studio.

NUMERO DUE: LA CUCINA C’è MA NON SI VEDE

I carrelli o le cassettiere con rotelle sono un vero must have per la cucina di ogni casa, dalla più moderna alla più classica. Perché? Prima di tutto, sono facilmente trasportabili in ogni spazio della stanza, in modo da seguire le necessità di chi opera in cucina. Secondo punto: contengono davvero di tutto nei tantissimi cassetti, vani e spazi. Sono dotati di piccoli gancetti, scomparti di ogni genere e hanno il prezioso vantaggio di nascondere con la massima eleganza l’interno. Cosa chiedere di più?

NUMERO TRE: IL LETTO IN PIÙ

tutti noi vorremmo avere una stanza in più o un posto in cui poter accogliere i nostri ospiti, ma spesso manca lo spazio per un letto vero e proprio. La soluzione è a portata di mano ed è il pouf letto! Una forma quadrata di modeste dimensioni e dai colori che più si adattano alla stanza, un materasso con rete al suo interno e tantissime tasche esterne, ottime come portaoggetti. Da sistemare in un piccolo angolo della camera da letto, dove posare abiti e accessori. Al momento giusto, diventa un letto singolo! L’idea in più’? Le lenzuola con tasconi laterali, dove riporre gli occhiali da lettura, libri e giornali, medicinali e tantissimi piccoli elementi che altrimenti rischiano di essere persi. Facile, utile e super funzionale!

NUMERO QUATTRO: ISPIRAZIONI DALLE FIERE

Una delle novità viste all’ultima edizione di Maison&Objet ed ad Homi di Milano si riflette sulle pareti. Gli specchi acquisiscono potenzialità diventando anche contenitori e mensole. Ne esistono davvero di tutte le forme e hanno diverse modalità di fissaggio. Ciò che conta è ottimizzare gli spazi con tantissimi piccoli ripiani interni, nascosti da un’anta specchiata. L’idea giusta da riscoprire anche in versione on the floor, uno specchio da terra utile come portaoggetti, porta bijoux e accessori.

NUMERO CINQUE: SEDIE 

Le sedie sono solo sedie, direte voi. Non è così. Oltre ad essere un importante elemento di arredo e decoro dei vostri living, il consiglio di interior design che vi voglio caldamente dare è quello di agire salvaguardando lo spazio. Optate per sedute con una monoscocca così da poterle impilare o piegare, riponendole in un armadio in modo da far sembrare lo spazio più ampio. All’occorrenza risultano pratiche e di veloce utilizzo. Un consiglio: optate comunque per cromie e materiali differenti, così da movimentare lo spazio e dargli carattere.

Buon divertimento!!!

CONSIGLI DI DESIGN: FEBBRAIO

CONSIGLI DI DESIGN: FEBBRAIO

FEBBRAIO È IL MESE ADATTO PER RINNOVARE IL SOGGIORNO. ECCO COME CON I CONSIGLI DI DESIGN.

Fa freddo (davvero?), si sta in casa e il soggiorno rimane l’area più vissuta, almeno finché non riaprirete i vostri splendidi spazi all’aperto (grandi o piccoli, non importa). E’ il mese adatto per spostare i mobili, fare prove di nuove disposizioni e, perché no, acquistare un nuovo televisione o decoder, per non annoiarsi mai! Seguendo i nostri consigli di design vi ritroverete con un soggiorno sempre impeccabile e perfetto, per ogni occasione e per ogni stagione.

1 _ SIATE ECLETTICI

Non abbiate paura di mescolare differenti texture materiche che diano l’idea di lusso: sbizzarritevi con velluti e sete, acciai lucidissimi color dell’oro e del bronzo, con legni e pietre grezzi, ma ricercatissimi e mai banali. Giocate anche con le trame dei tessuti e divertitevi con gli orientamenti delle venature lignee o dei marmi e delle pietre. Tutto sarà perfettamente omogeneo e un poco eclettico.

2 _ SI AI CONTRASTI

Parlo di colore, ma anche di stile. Non abbiate paura di usare colori scuri a parete, soffitto e pavimento, e giocare con oggetti e complementi a contrasto. Ad esempio potrete tingere una parete di un grigio antracite, o un grigio fango, posare un parquet in ebano scurissimo e giocare con specchi, tappeti e cuscinerie che diano luce al tutto. L’effetto scenico è assicurato.

3 _ CLASSICO VS CONTEMPORANEO

Potrebbe essere scontato, ma anche la mescolanza di stili ben si presta per ottenere questo effetto. Nella stessa stanza mescolate una libreria in stile ottomano con poltroncine ipermoderne, o un tappeto annodato a mano persiano con tavolini dalle forme essenziali, laccati e tirati a lucido, con finiture metalliche brillanti e dall’aspetto quasi asettico. Il contrasto non vi annoierà mai, e servirà a mantenere l’equilibrio tra gli stili senza risultare ridondanti o troppo abbondanti.

4 _ PRENDI L’ARTE E METTILA DA PARTE

In questo caso io dico no a quadri classici. Si invece a grandi tele, anche senza cornice, ipermoderne e contemporanee, dai colori netti e decisi. Potete trovare ottime tele curiosando tra i mercatini o gallerie che espongono artisti minori, e decidere di farne un piccolo investimento.Posizionate le opere sopra tavolini o credenze vintage. Successo garantito.

5 _ ESAGERATE

Sì, avete capito perfettamente. Esagerate con le dimensioni di specchi e chandelier, non risparmiatevi in questo senso. Grandi specchi dalle cornici lussuose e imponenti daranno un’aria importante alla stanza, creando un colpo d’occhio immediato e raffinato. Sovradimensionate i lampadari: in commercio esistono chandelier che richiamano quelli classici nelle forme, ma realizzati con materiali ipermoderni. Posizionati su tavoli da pranzo, o al centro della sala, creeranno un fantastico effetti di magnificenza e pulizia formale al tempo stesso. Non potrete farne a meno.

Buon divertimento!!!!