Select Page
TRUCCHI DELL’ INTERIOR DESIGN: INIZIARE UN PROGETTO

TRUCCHI DELL’ INTERIOR DESIGN: INIZIARE UN PROGETTO

AFFRONTARE UN PROGETTO DI DESIGN SENZA SBAGLI: I TRUCCHI DELL’INTERIOR DESIGN

In tanti mi chiedono sempre più spesso come sia possibile iniziare un progetto di interior design dal nulla. Raramente svelo i trucchi dell’ interior design, professione che faccio e che amo, ma per voi ho deciso di fare un eccezione. In questo breve e veloce post vorrei quindi condividere alcuni “trucchi del mestiere” e svelarvi che, per avere l’appartamento più cool della città, non serve necessariamente aver fatto grandi studi e frequentato grandi scuole.

1. VALUTARE LO SPAZIO

Armatevi di carta e penna e scrivete tutto ciò che vi piace e tutto ciò che non vi piace. Fate un ulteriore passo avanti scrivendo anche perchè una cosa funziona ed un altra, invece, non vi va proprio giù. Più attenta sarà l’analisi della vostra casa, e più strumenti avrete per fare interventi mirati, senza dispendio di energie e di soldi.

2. BUDGET

il secondo passo sarà certamente quello di valutare il vostro budget. Quanto potete spendere? Sulla base di questo potrete pianificare gli step lavorativi. Ricordate che non dovrete fare tutto in una volta, pianificate gli interventi, cercate di capire cosa potrete fare voi stessi riducendo le spese e cosa, invece, necessita di un professionista.

3. FORMA E FUNZIONE

Valutate la funzione primaria del vostro spazio, e poi cercate di introdurre elementi che vadano a rompere gli schemi e le regole. Usate la fantasia e l’immaginazione, provate ad inserire una poltrona in cucina, ad esempio, oppure un enorme lampadario sopra la vostra vasca ( se l’avete, provate, effetto wow assicurato! ).

4. ISPIRAZIONE

Ultimo punto, ma non per importanza, è quello relativo all’ispirazione. Raccogliete foto, dettagli, frasi, colori. Guardatevi attorno, leggete, curiosate. Create un apposito quaderno in cui raccogliere il materiale raccolto, oppure una scatola. Vi assicuro che vi tornerà molto utile ogni volta che affronterete un progetto di design.

Buon divertimento con mille nuovi progetti!

 

 

DESIGN AUTUNNALE : CAMERE DA LETTO

DESIGN AUTUNNALE : CAMERE DA LETTO

CAMBI DI STAGIONE E DESIGN: COME ADATTARE LE CAMERE DA LETTO

Il clima cambia e in queste giornate, tra un temporale ed un raggio di sole, mi stavo domandando se potessero esserci delle linee guida riguardanti al design autunnale. Sono partita ovviamente dalla camera da letto, dal momento che mi ritrovavo ad aggiungere una coperta e qualche cuscino in più, per rendere il mio letto più caldo e accogliente.

Ci sono tre semplicissime cose da fare per rendere le vostre stanze da letto pronte per la stagione che arriva, e io ve li condivido in questo post.

1. COLORE

Rinfrescate le pareti e i soffitti con una nuova palette cromatica. Personalmente preferisco i colori scuri, che trovo più rilassanti, ma suggerisco per questo autunno anche i beige ed i grigi. Sceglietene uno predominante per le superfici maggiori, ed optate per toni più chiari o scuri per i dettagli, come le nicchie e gli incavi delle finestre, ad esempio.

Un segreto: dipingere pareti e soffitti della stessa tinta annulla gli spigoli e gli angoli, ed immediatamente tutto sembrerà più ampio e arioso.

2. SOVRAPPOSIZIONI

Certo, è lo stesso suggerimento che avevo dato per l’estate, ma questa volta cambiano i materiali. Sovrapponete sul letto lini dalla trama grossa ed alternateli a tessuti di lana, seta e pellami di varia natura. Il letto e la stanza sembreranno più strutturati, caldi e pronti per affrontare il freddo.

3. TEXTURE

Aggiungete texture, materiali ed oggetti che immediatamente movimentino l’ambiente, facendo sembrare tutto più scenico e lussuoso. Optate ad esempio per una panca ai piedi del letto in ottone o bronzo, sovrapponetevi libri e riviste di moda, design e architettura. Scegliete delle lampade con materiali preziosi, paralumi dai tessuti pregiati e  forme ricercate. Immediatamente un piccolo dettaglio trasformerà le vostre stanze in veri e propri santuari del lusso.

Buon divertimento!

 

DECORARE CON LE PIANTE

DECORARE CON LE PIANTE

il verde che arreda: come decorare con le piante

Chi mi conosce bene lo sa, decorare con le piante è una mia vera passione. Non sono solo un bell’extra, ma penso a loro come una componente essenziale nell’arredo e nel decoro degli spazi. Oggi voglio quindi regalarvi alcuni elementi semplici ed essenziali per imparare a utilizzare al meglio piante, vasi e fiori, senza dover necessariamente ricorrere a professionisti.

Armatevi di strumenti  da giardinaggio e tanta buona volontà e partiamo.

1. COLLEZIONATE

Mettete assieme un piccolo arrangiamento di piante: mini cactus, felci, piante di aloe, fiori e tutto ciò che amate e che vi strappa un sorriso, purchè sia naturale e… verde! L’effetto finale sarà quello di freschezza, aggiungerà un tocco di colore e di dinamismo. Un consiglio: variate i vasi per ogni pianta, non solo in forma e dimensione, ma anche in materiale e finiture. Optate per finiture metalliche lucide e metalliche accostate a vasi di pietra o di porcellane opache. Il dinamismo e l’effetto scenico è assicurato.

2. AGGIUNGERE ALTEZZA

L’altezza è un elemento fondamentale, non solo quando si tratta di piante e fiori, ma parlando di decorazione in generale. Nel caso specifico optate per piante dallo sviluppo verticale differente, così da creare movimento e dinamismo. Se vorrete spingervi ancora più in alto, poggiate tutto su pile di libri o piccoli tavolini, così da far svettare tutto in altezza.

3. IL RUSTICO CHE NON STANCA

Amo decisamente accostare  elementi e materiali sofisticati a qualcosa che sia rustico, grezzo e che riporti alla natura, soprattutto quando si parla di piante e fiori. Travate vecchi cestini in vimini, in paglia o in materiali poveri, magari valorizzateli con una vernice spray, dando loro un tocco di freschezza e modernità, ed utilizzateli come vasi per le vostre piante. Risultati assicurati.

4. SORPRENDETEVI

Mi piace sempre sorprendermi e sorprendere i miei ospiti aggiungendo elementi di arredo e decoro che possano essere sorprendenti o creare effetti scenici e stupefacenti. Io normalmente mi muovo in due direzioni: la prima è appendere fiori e piante al soffitto, magari sopra grossi tavoli e piani di lavoro, valorizzando il tutto con la giusta illuminazione. La seconda direzione è quella di collocare vasi e piante in posti inaspettati, come ad esempio nei cassetti di un vecchio mobile.

Provate, otterrete con poche e semplici mosse grandissimi risultati.

LE RISPOSTE DELL’INTERIOR: ILLUMINARE GLI SPAZI

LE RISPOSTE DELL’INTERIOR: ILLUMINARE GLI SPAZI

TRE TIPOLOGIE DI ILLUMINAZIONE CHE OGNI AMBIENTE DEVE AVERE

Oggi le risposte dell’interior si concentrano sulla richiesta di Marta, che chiede come illuminare un piccolo appartamento.

L’illuminazione di una stanza non è cosa da poco. Non dovremmo mai sovra illuminare gli ambienti, perchè si sa che la penombra e l’ombra creano effetti scenici degli della migliore coreografia di Broadway, ma al tempo stesso non ci deve essere troppa poca luce. Per raggiungere il giusto effetto ed il giusto equilibrio tra luce ed ombra bisogna conoscere tre fattori: l’ambiente, la luce diffusa e gli spot (o luce d’enfasi), e sarà necessario saperli mescolare e bilanciare in modo corretto e bilanciato.

I consigli che diamo a Marta, oggi, per illuminare gli ambienti, seppur piccoli e ristretti, sono i seguenti:

1.LUCE D’AMBIENTE.

È l’illuminazione generale, generalmente formata dalla luce naturale e da luci a soffitto, in contro soffitti o luci a cielino. Arriva sempre dall’alto. Può aiutarvi a creare illusioni ottiche facendo sembrare i soffitti più alti . Potrete creare dei contro soffitti e illuminarne i recessi, creandone nicchie luminose. Attenzione a non esagerare o otterrete l’effetto degli aeroporti o delle sale d’attesa.

2. LUCE TASK

Crea intrigo e atmosfera. Si tratta di luce concentrata in punti specifici e per illuminare zone particolari. Tendenzialmente è una luce non diretta, non bianca e non forte ne abbagliante, e permette di creare giochi di penombra e ombra che movimentano un ambiente e lo rendono intrigante e scenico.

3. LUCE D’ACCENTO

E’ quella che crea contrasto, tendenzialmente  si tratta di uno spot in una zona di penombra o in una zona d’ombra o che va ad illuminare oggetti specifici come opere d’arte, quadri, sculture, fotografie…. Creando vistosi colpi d’occhio che certamente lasceranno voi ed i vostri ospiti stupefatti.

Buon Design.

SPAZI PICCOLI E COME AMARLI

SPAZI PICCOLI E COME AMARLI

COME AMARE E VALORIZZARE UNO SPAZIO PICCOLO GRAZIE AL DESIGN

Le persone pensano sempre che abitare in spazi piccoli significhi sacrificare alcune soluzioni o scendere a compromessi , ma non c’è nulla di più sbagliato. Uno spazio piccolo non va vissuto con la testa, pensando a cosa possa o non possa starci, va semplicemente amato. Niente più.

1. SCURITE

Aggiungere un colore che sia forte, ricco e carico di personalità alle pareti immediatamente aggiungerà profondità, ridimensionerà la stanza e farà sembrare lo spazio più grande. Questo per il semplice fatto che una tinta scura attutisca la percezione degli spigoli, crea effetti di continuità e farà comunque sembrare tutto maestoso ed elegante, ma intimo al tempo stesso.

2. ABBRACCIATE PATTERN E TEXTURE

Negli spazi piccoli l’occhio va distratto. Non funziona quindi creare un unico punto focale, bisogno aggiungere elementi che creino differenti punti di vista e generino interesse e curiosità. Usare texture e pattern differenti è un’ottima soluzione, considerate questi elementi come le spezie del decoro, aggiungono immediatamente gusto ai vostri spazi. Movimento e differenziazione di punti focali faranno sembrare i vostri spazi più ampi, movimentati e spaziosi.

3. PROVATE A SOVRADIMENSIONARE

So che sembra strano, ma vi posso assicurare che l’effetto wow che si verrà a creare sarà sorprendente. Aggiungete una grande opera d’arte, uno specchio dalla cornice lavorata e pomposa, o un enorme vaso su un piccolo tavolino. L’effetto sorpresa e i contrasti dimensionali faranno sembrare tutto più grande e cool.

4. NON SMETTETE MAI DI DECORARE

Decorare è una storia d’amore. Va coltivata e alimentata ogni giorno.